mercoledì 26 giugno 2013

Quelli che odiano Gramellini

La sua ascesa alla fama nazional-popolare è iniziata con la rubrica di "posta del cuore" del magazine de La Stampa, "Specchio", poi si è accresciuta con la nascita dell'editoriale "Buongiorno", sempre sul quotidiano torinese, ed infine ha tracimato con i romanzi e le ospitate da Fabio Fazio. Stiamo parlando dell'universalmente osannato Massimo Gramellini. Universalmente forse no. Anche lui ha i suoi detrattori, numerosi ed organizzati, e radunati sotto il vessillo del gruppo Facebook "Buongiorno un cazzo: resistenza culturale a Gramellini ed al gramellinismo"
Fondato da un giornalista musicale torinese, il gruppo è numeroso (sfiora le mille iscrizioni) ed attivo, e si batte per contrastare quella che secondo i suoi adepti sarebbe una bassa deriva culturale fatta di luoghi comuni, facili moralismi, banalità e soprattutto scopiazzatature.
L'attività principale degli iscritti al "B.u.c" sta nel provare a prevedere, la sera prima, gli argomenti sui quali si esprimerà il vicedirettore de La Stampa, e nel criticare, il giorno successivo, la prosa prodotta, cercando i riferimenti di presunte copiature e smontandone i contenuti.
I membri del gruppo sono di cultura elevata, non mancano letterati e musicisti, e l'ironia sulle opere di Gramellini è anch'essa di livello elevato. Una leggenda interna al gruppo vorrebbe che Gramellini stesso, sotto smentite spoglie, sia iscritto a "Buongiorno un cazzo", e tragga spunto dai tentativi di previsioni per selezionare o scartare gli argomenti, e dalla critiche per migliorarsi. Quest'ultima considerazione è all'origine di una critica interna al gruppo, per l'ipotesi di alcuni iscritti che l'eccessivo livore di altri nasconda invece una fervida ammirazione.
Che Gramellini, attivo sul social network, sia a conoscenza del gruppo, è verosimile, data la sua pubblica natura e la presenza esplicita del suo nome nel titolo. Che ironicamente lo legga e lo frequenti potrebbe anche essere altrettanto realistico.
Riportiamo, per completezza di cronaca, qualche stralcio dei post sul gruppo:

  • Ed anche oggi umorismo da terza elementare (quello che piace tanto a Fazio, perché fa chic) e, soprattutto, chiacchiericcio inutile su un tema inutile: le gaffes di Boccia. Mi aspetto peana tra i commenti.
  • TOTOBUONGIORNO (UN CAZZO) DEL 26/06
    Lo apro io perchè ho paura me la rubiate: il gelato al gusto Papa Francesco. Alla gianduia. E a Pulici, a Pulici l'hanno mai dedicato?
  • Grazie! Pensavo di essere l'unica ad essere stufa di gramellini e i suoi insulsi articoli. :)
  • Se si iscrivesse pure Gramellini sarebbe il top. Ma è troppo borioso.
  • i dibattiti ricorrenti mi spingono a suggerire al soviet di elaborare con maggior chiarezza l'ortodossia. con approccio scientifico, che il soviet deliberi: qual è l'insieme delle non-qualità minime che un prodotto intellettuale deve avere per qualificarsi come 'gramo'? 
    inizio proponendo 'buonista' -- nel senso che per assunto tutti ma tuttitutti sono buoni, e se non riesci a vederlo è colpa tua

27 commenti:

  1. interessante articolo. Sorge però una domanda: perché mai, tanti sagaci detrattori si impegnano così tanto per "detrarre"? Non sarebbe più produttivo operarsi per "aggiungere"? Certo, esporsi in prima persona è un tantino più rischioso, ma, a mio avviso, più necessario e meno ipocrita...
    Moma

    RispondiElimina
  2. non è che lo odiamo. non lo amiamo.

    RispondiElimina
  3. e la Litti? che viene definita come una che fa satira?

    RispondiElimina
  4. Saranno quasi tutti grillini, indignati perchè Massimo spesso e volentieri osa fare ironia su di loro. Non sia mai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti assicuro che non sono così imbecilli.....

      Elimina
  5. Grillini un cazzo.

    RispondiElimina
  6. Ribadisco, grillini un cazzo!

    Viviana

    RispondiElimina
  7. grillini un cazzo 2




    RispondiElimina
  8. Grillini ci sarete voi
    Carlo

    RispondiElimina
  9. Gramellini sta al giornalismo come il suo amico Lapo sta allo stile . in mezzo ci sta Marchionne che insegna a tutti come fare impresa senza produrre un cazzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. direi eccezionale sintesi della fuffa... prodotto dal Gram e dai suoi amici...

      Elimina
  10. Grillini uno stra-cazzo !

    RispondiElimina
  11. Grillini un ultracazzo.

    RispondiElimina
  12. Grillini un megacazzo

    RispondiElimina
  13. Grillini un supercazzo! O una supercazzola alla Gram...

    RispondiElimina
  14. Se il primo anonimo facesse un giro sul gruppo oggetto del post, noterebbe che la maggior parte dei suoi componenti ce lo mette eccome, il nome.
    E comunque confermo: Grillini un supercazzo(la).

    RispondiElimina
  15. E lasciamoli divertire innocuamente questi bambinoni che non vogliono (e non possono) crescere..figli della Gialappa's e di una rarefatta ed aulica educazione umanistico-letteraria..che usano un caustico sarcasmo figlio del cinismo occidentale per sfogare le frustrazioni e le disilussioni di un'esistenza "grama" facendo salotto letterario da branco ermetico. Sicuramente grillini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nove aggettivi in 5 righe. Scopa di più.

      Elimina
    2. Frustrazioni un cazzo. Scopa di più (cit.)

      Elimina
    3. Claudio Ibrahim Vaz Leal, detto Branco11 luglio 2013 16:08


      io fossi in te un paio di salotti letterari li frequenterei, almeno impareresti a scrivere in italiano. disillusioni si scrive con una sola S, ad esempio.

      Elimina
    4. e 2 L. Comunque, Grillini sta corda di belino.

      p.s. Claudio Branco Ale' Ale'.

      Elimina
  16. La possibilità di inserire commenti come "utente anonimo" è stata inserita per consentire di commentare anche a chi non è iscritto alle tante comunity affiliate a blogger, ma non per questo leggitima chi non si firma. Vi invito perciò, se non volete "loggarvi" in qualche modo per commentare, a firmarvi comunque inserendo un vostro nome o nick name, quantomeno per dare una coerenza al dibattito!

    RispondiElimina
  17. Gramellini rappresenta il culmine ermeneutico del "ma anche". In pratica il portavoce in pectore dell'attuale governo.
    Sandra

    RispondiElimina
  18. a Gramellini preferisco Bianciardi che purtroppo per noi ha preferito suicidarsi.
    D'altronde ogni epoca ha quello che si merita: nei settanta i Led Zeppelin erano un gruppo popolare ora e' popolare Gigi D'Alessio

    Vita agra altro che buongiorno ( un cazzo)

    RispondiElimina
  19. Nel gruppo (di cui faccio parte) pochissimi anonimi e ancor meno grillini.

    Pochissimi anonimi, perché iscriversi anonimamente a facebook, va da sé, non è una gran furbata

    Ancor meno grillini, leggere per credere...

    RispondiElimina

Condividi

Suggerimenti

Offerte letterarie